facebook
Seleziona una pagina

Valutazione Bollette Energia

Valutazione bollette Energia è il nuovo servizio del CAF ONLINE per supportare i contribuenti nella scelta del miglior fornitore di energia elettrica e gas in casa.

Il servizio nasce in collaborazione con il Carcere di Bologna nell’ambito di un progetto volto a favorire la funzione rieducativa del carcere.

Come funziona il servizio

Per poter usufruire del sevizio gratuito di valutazione dovrai inviare la copia della tua ultima bolletta di energia elettrica o gas.

A questo punto sarai ricontattato tramite chat da uno dei nostri operatori ed insieme valuterete la reale convenienza del passaggio ad un nuovo fornitore.

Compila il form, invia la tua bolletta e richiedi una consulenza: se non hai ancora usufruito dei servizi di consulenza presenti sul portale del CAF ONLINE Registrati Ora!

Come calcolare il costo energia presente in bolletta?

Per eseguire un calcolo corretto del costo dell’energia è necessario conoscere i kW ed i kWh: 1 kW è pari a 1000 W; i kWh rappresentano la quantità di watt consumata in un’ora. Moltiplicando i watt per le ore di utilizzo otteniamo il consumo energetico: il costo complessivo si ottiene moltiplicando questo valore per la tariffa sottoscritta con il fornitore.

Come si valuta il costo di un kWh di energia elettrica?

Per valutare correttamente il costo dell’energia elettrica entrano in gioco una serie parametri: orario del consumo, tipologia di contratto, fornitore scelto.

Il primo step del servizio di valutazione di CAF ONLINE consiste nel calcolo del costo orario dell’energia elettrica nelle diverse fasce orarie, ovvero il costo di un Kilowattora (kWh).

Occorre isolare il costo di vendita escludendo tutte le spese aggiuntive e il valore dell’IVA presenti in bolletta: il consumo unitario ed il suo costo si ottengono dividendo il valore indicato nella voce di vendita della corrente per il numero di kWh consumati in quel periodo.

In questo modo si ottiene il prezzo netto dell’energia elettrica.

Come si valuta il costo del gas al metro cubo?

Il gas consumato viene calcolato in smc, ovvero standard metri cubi.

Per conoscere e valutare il costo del gas al metro cubo è necessario scorporare le altre spese presenti in bolletta (trasporto e gestione del contatore, oneri di sistema, imposte varie compresa IVA ed accise regionali): il costo sostenuto per il gas naturale andrà diviso per i metri cubi effettivamente consumati.

Chi stabilisce il costo dell’energia e del gas naturale?

Occorre fare una distinzione tra mercato di maggior tutela e mercato libero.

Nel primo caso il costo dell’elettricità viene stabilito da ARERA (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) attraverso dei limiti entro i quali i gestori possono muoversi. Il Mercato di Maggior per il gas è terminata il 1/01/2024 mentre per l’energia terminerà il 1/07/2024, tranne che per i clienti cosiddetti vulnerabili, ovvero per chi ha più di 75 anni, percettori di bonus sociali o in possesso di 104.

Con la liberalizzazione del mercato dell’energia (avvenuta nel 2007 in Italia) i consumatori possono scegliere liberamente il proprio fornitore ed usufruire di tariffe più vantaggiose rispetto al mercato tutelato, quindi scegliere anche prezzi fissi che tutelano in caso di rincari improvvisi dei costi.

Quali sono i costi fissi presenti nella bolletta del gas e della luce?

Rientrano nell’elenco dei costi fissi, ovvero di questi costi che non variano cambiando operatore, all’interno della bolletta dell’energia elettrica e del gas gli oneri di sistema, i costi di trasporto e gestione del contatore, le imposte.

Quali sono le fasce orarie della bolletta?

L’elenco delle fasce orarie in bolletta prevede:

  • Fascia F1: da lunedì a venerdì, dalle 8.00 alle 19.00 (sono escluse le festività nazionali);
  • Fascia F2: da lunedì a venerdì, dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00; sabato, dalle 7.00 alle 23.00 (sono escluse le festività nazionali);
  • Fascia F3: la domenica e da lunedì a sabato dalle 23:00 alle 7:00. Le festività nazionali (25/26 dicembre; 1 gennaio, 6 gennaio, Pasqua e Pasquetta, 25 Aprile, 1 Maggio, 2 Giugno 2 Novembre).